Archivio per la categoria ‘Route 66 news’

Route 66. I tratti interrotti

Pubblicato: maggio 12, 2018 in Route 66 news
DSC_4532

Gasconade Bridge, Hazelgreen (Missouri)

Percorrere interamente la Route 66 negli ultimi anni è diventato abbastanza complicato.

La strada comincia a mostrare i segni del tempo e le avversità meteorologiche spesso fanno danni che vengono riparati dopo molti mesi, a volte anche dopo anni.

Un tratto della Route 66 chiuso da tempo, dalla fine del 2014, è quello in prossimità del Gasconade Bridge a Hazelgreen in Missouri.

Il ponte, dichiarato inagibile, è stato chiuso al traffico ed è stato messo in lista per la sostituzione.

E’ nato, quasi contestualmente alla sua chiusura, un comitato di appassionati della Mother Road che chiede al dipartimento dei trasporti dello stato del Missouri di salvare il ponte e di restaurarlo invece di abbatterlo.

E’ un pezzo importante della loro storia e non vogliono giustamente privarsene.

Spesso si riuniscono in piccole manifestazioni, raccolgono fondi a sostegno della loro iniziativa, nella speranza di venir ascoltati.

Allo stato attuale, comunque, quel tratto di Route 66, che corre parallelo alla I44, è chiuso.

Per proseguire nel viaggio, venendo da est, bisogna prendere la I44 in prossimità dell’uscita 145 e percorrerla fino all’uscita 140.

Da qui in avanti si proseguirà di nuovo lungo la Mother Road.

Gasconade

Un altro tratto chiuso ormai da più di un anno (dal marzo del 2017) è quello nel deserto del Mojave in California, tra Fenner e Chambless, uno dei tratti più suggestivi e sfortunati.

Nel 2014 fu colpito da violento flash flood che distrusse alcuni ponti lungo il tracciato e, dopo poco più di un anno, fu riaperto al traffico.

Ma, come detto, nella primavera del 2017, un ennesimo flash flood ha seriamente danneggiato altri ponti lungo quel tratto.

Da allora, per poter proseguire il viaggio lungo la Mother Road, provenendo da est, è necessario percorrere la I40 dall’uscita 107 nei pressi di Fenner e lasciarla in prossimità della Kelbaker Rd. All’uscita 78.

Da qui si procederà in direzione sud verso la National Trails Hwy (la Route 66) e quindi verso Amboy.

Sono le due interruzioni più importanti, e di lunga data, nel percorso della gloriosa US Highway 66.

california

National Trails Hwy – Route 66

 

 

 

Route 66. Eventi del 2018

Pubblicato: febbraio 1, 2018 in Route 66 news

DSC_4387 copy

Dal sito www.Historic66.com l’elenco degli eventi che si svolgeranno lungo la Route 66 nel corso del 2018.

Route 66. News percorribilità

Pubblicato: marzo 25, 2017 in Route 66 news

lavori in corso

 

1. CARTHAGE (MISSOURI)
Un breve tratto di Route 66 che conduce a Carthage in Missouri è chiuso per lavori fino a settembre 2017. Localmente sono comunque stati piazzati dei cartelli che indicano ai viaggiatori della Route 66 il percorso da seguire per riprendere la Mother Road dopo l’interruzione.
Il tratto interessato è il seguente:

ohL3ps0KzrKTZURxNj2XAfXJmUDWdZS6mxuZo7FM

 

2. NATIONAL TRAILS HWY, ROUTE 66 (CALIFORNIA)

Il tratto nel Mojave Desert tra la Bolo Rd. e la Cadiz Rd., un tratto di poco più di 8 km, è chiuso fino a settembre 2017 per la sostituzione di due ponti. E’ il tratto di strada che conduce ad Amboy ed al suo Roy’s Cafe. Per arrivare ad Amboy provenendo da Goffs, quindi da est, sarà necessario prendere la I40 ed uscire sulla Kelbaker Rd.,  da li si proseguirà verso sud, si intercetterà di nuovo la National Trails Hwy (La Route 66) e si arriverà ad Amboy; da qui si potrà proseguire verso Ludlow e Barstow.
Il tratto è interessato è il seguente:

V6jvhjAaV6VOpgj3t0I8DAr4oc18R7UFwhFongLI

 

3. CAJON BLVD (CALIFORNIA)

E’ stato invece riaperto al traffico, dopo anni di lavori, il Cajon Blvd in California. Prima della sua chiusura si era costretti a prendere, per un breve tratto, la I15 e la I215 per poi uscire di nuovo sul Cajon Blvd (la vecchia Route 66).
Il tratto interessato è il seguente:

vGytiH1VM1QC5qHfHmpJgaNaKcK4akBlhkvM-Un0

 

Il tratto del Gasconade Bridge in Missouri resta ancora chiuso.


Un tratto della Route 66, da Fenner fino a Chambless in California, lungo il tratto desertico della Route 66 (oggi denominato National Trails Hwy) viene temporaneamente chiuso per la sostituzione di due ponti.
La riapertura è prevista per la metà del prossimo mese di Settembre.
Coloro che percorreranno la Route 66 dovranno quindi lasciare la Mother Road all’altezza di Fenner, prendere la Interstate 40 in direzione ovest fino all’uscita 78.
Da qui, per tornare sulla Route 66, sarà necessario prendere la Kelbaker Road in direzione sud verso Amboy.
Nel tratto di strada chiuso ci sono, tra le altre cose, il Cadiz Summit, i resti di una vecchia stazione di servizio, una delle icone più fotografate dai roadies della Route 66, il Roadrunner Retreat, i resti di un vecchio ristorante.
E’ un tratto molto bello, “violento”, dove la Route 66 regala sensazioni di libertà uniche.
Relativamente al tratto del Mojave desert non dovrebbero esserci restrizioni nel percorso da Amboy fino a Barstow passando per Ludlow e Newberry Springs.
I ponti sono l’anello debole della Route 66, le costruzioni che più risentono del peso degli anni.
Questo tratto di strada fu chiuso anche nella seconda metà del 2014 a causa di un flash floading che distrusse diversi ponti per poi essere riaperto all’inizio del 2016 (è un tratto desertico dove gli eventi atmosferici sono molto violenti).

Route 66. Promote Kingman

Pubblicato: febbraio 12, 2017 in Route 66 news

promote_kingman

Kingman è una località molto importante per i viaggiatori che percorrono il tratto ovest della Route 66.

E’ il cuore della strada più famosa del mondo “The heart of Route 66”,.

Sono tante le località storiche della Route 66 che si possono visitare da Kingman.

L’Hackberry General Store, Seligman, Oatman, località leggendarie della US Highway 66 sono ad un passo, ma Kingman stessa offre tantissime cose da vedere: il Mohave Museum of History and Arts, il Mr D’z Diner, i motel storici ed altro ancora.

la sua collocazione, inoltre, la rende perfetta anche per raggiungere il Grand Canyon o Las Vegas

Questo è il link al sito Promote Kingman che si preoccupa di diffondere notizie sulle iniziative che la comunità intraprende ogni anno.

Tra le informazioni disponibili, c’è anche un angolo gestito da Jim Hinckley, il famoso scrittore innamorato della Route 66 alla quale ha dedicato tanti bellissimi libri.

In questo spazio Jim spesso racconta aneddoti, curiosità legate a Kingman ed alla strada più famosa del mondo.

Dopo oltre 10 anni di chiusura riapre il “Fabulous 40 Motel” ad Adrian in Texas, proprio di fronte al Midpoint (L’indicazione della metà strada tra Chicago e Los Angeles) e di fianco al famoso “Midpoint Cafè”.
I nuovi proprietari hanno al momento riaperto 10 delle 20 stanze di cui il motel dispone.
E’ una buona notizia per i viaggiatori della Route 66 che possono contare su un ulteriore motel storico nel quale rivivere, anche solo per una notte, gli anni d’oro della Mother Road.

dsc_8521

Da venerdì 23 Settembre 2016 c’è un motivo in più per fermarsi a Winslow (Arizona), la piccola comunità lungo la US Highway 66.

In occasione dell’annuale “Standing on the corner park festival” è stata inaugurata una statua dedicata a Glenn Frey (venuto a mancare lo scorso gennaio), membro degli Eagles e co autore assieme a Jackson Browne del pezzo “Take it easy”.

Una strofa del pezzo è un tributo alla piccola comunità di Winslow:

Well, I’m a standing on a corner in Winslow, Arizona, such a fine sight to see,
It’s a girl, my Lord, in a flatbed Ford slowing down to take a look at me.

La foto, dell’agosto scorso, ritrae la vecchia statua che resta comunque nel parco.

Le prime foto della nuova statua sono disponibili al seguente link:

https://www.facebook.com/1007KSLX/?fref=ts

 

pony-bridge

The Pony Bridge (Oklahoma)

Uno dei ponti storici più famosi e longevi della Route 66 (inaugurato agli inizi degli anni 30), il Pony Bridge di Bridgeport (Oklahoma), sta per essere definitivamente chiuso al traffico.

Le condizioni del ponte non permettono un utilizzo in sicurezza ed il dipartimento dei trasporti dello stato dell’Oklahoma ne ha pertanto deciso la prossima chiusura.

Verrà tuttavia lasciato disponibile agli appassionati viaggiatori della Route 66 che potranno visitarlo attraversandolo a piedi.