Route 66. Shrine of Our Lady of the Highways (Raymond, Illinois)

Pubblicato: Maggio 14, 2022 in Route 66

DSC_5578

“Anche se è stato meraviglioso avere una strada asfaltata da percorrere, sulla Route 66 si sono verificati molti incidenti automobilistici.

Nel 1959, questo altare fu eretto per ricordare agli automobilisti i potenziali pericoli che affrontavano e offriva loro un luogo dove recitare una preghiera per un viaggio sicuro.”

“Mary, Loving Mother of Jesus, Protect us on the highway.”


Negli USA si trovano ovunque tracce del nostro paese ed ovviamente le si possono trovare anche lungo la US Highway 66.

E non parliamo solo della ristorazione, attività che è possibile trovare ovunque da quelle parti, ma di un legame inconsueto.

Ci troviamo a Raymond in Illinois, lungo il tratto di Route 66 post 1930, quello che è stato utilizzato per trasportare i viaggiatori fino al 1977 (anno in cui la vecchia highway, da queste parti, è stata sostituita dalla I55), e questo legame è rappresentato da una piccola statua.

È “The Shrine of Our Lady of the Highways” (Santuario di Nostra Signora delle Highways), un piccolo altare dove è posizionata una statua in marmo di Carrara della Vergine Maria, importata direttamente dall’Italia negli anni ’50 ed installata nei pressi di Raymond, di fianco alla US Highway 66, nel 1959.

L’iniziativa fu presa da un gruppo di giovani cattolici del “Litchfield Deanery Catholic Youth Council”, che acquistò la statua ed ottenne il permesso dalla famiglia Marten di utilizzare il suo terreno per posizionarla, appunto, di fianco alla vecchia highway.

L’intera operazione costò circa 900 dollari.

DSC_5582

La Route 66 a quei tempi era una strada molto trafficata ed estremamente pericolosa al punto che molti suoi tratti vantavano una pessima fama per via degli innumerevoli incidenti; Bloody 66, Dead Man’s Curve e Slaughter Lane erano solo alcuni tra i nomignoli più sinistri affibbiati alla vecchia highway.

Lo scopo di questo gruppo di giovani cattolici era quello di proteggere i viaggiatori della Route 66, attraverso questa statua proveniente dall’Italia, dai pericoli che avrebbero incontrato percorrendola.

La famiglia Marten, nella persona di Francis Marten, si prese cura di questo piccolo altare fin dalla sua installazione; Francis posizionò inoltre una sequenza di cartelli ai bordi della Route 66, sullo stile della pubblicità della Burma-Shave (vedi la storia della Burma-shave ed il video che ho girato lungo una sequenza di cartelli) dove su ogni cartello è riportata una frase che rimanda al cartello successivo per ricostruirne il senso.

In questo caso, tuttavia, il senso è piuttosto chiaro fin da subito poiché Francis riportò su ogni cartello una frase dell’Ave Maria.

Francis raccontava che con la realizzazione della I55 il dipartimento dei trasporti dell’Illinois tentò di far rimuovere quei cartelli poiché li riteneva pericolosi per chi viaggiava, ma essendo posizionati all’interno della proprietà dei Martens (e quindi su una proprietà privata), la richiesta per fortuna non ebbe successo.

Questo piccolo altare è spesso meta di pellegrinaggi durante il mese di Maggio (il mese di Maria) ed in generale sono diverse le persone (tra cui il vescovo di Springfield) che rendono frequentemente omaggio alla statua.

L’altare è stato inserito nella “Route 66 Association of Illinois Hall of Fame” nel 1991.

DSC_5587-2

Alla morte di Francis nel 2002, la sua famiglia ha continuato a prendersi cura del piccolo altare.

Non è una delle tappe più conosciute della vecchia highway, ma, al di la degli aspetti religiosi che attengono ovviamente alla sfera privata, è comunque piacevole fermarsi per godere di qualche attimo di pace, nonostante il frastuono dell’adiacente I55, prima di procedere verso ovest.

Questo è un video che ho girato di fronte al piccolo altare:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.