Route 66 2018. Barstow – Kingman

Pubblicato: agosto 15, 2018 in Route 66

2_Barstow_Kingman

“La Route 66 è la strada dei sogni realizzati e dei sogni perduti.”
Michael Wallis, scrittore


Ed oggi è stato il giorno del deserto “terribile e luminoso”.

Nel percorrere questo splendido tratto della Mother Road da ovest ad est ho avuto sensazioni diverse dalle volte precedenti.

Percorrendo la Mother Road westbound lo aspetto per tutto il viaggio, questa volta l’ho percorso subito, al secondo giorno.

Ma le emozioni che regala sono le stesse.

Pur amando di più la parte est della Route 66, il tratto nel deserto del mojave, con le sue splendide icone, è, per tanti motivi, sempre nel mio cuore.

È stata una giornata splendida quella che sto per chiudere.

Da Dagget con il suo storico Market in mezzo al nulla, al sempre emozionante Bagdad Cafe, e poi quella che è una delle mie icone preferite: il Roy’s Cafe di Amboy.

Qui abbiamo incrociato dei nostri amici di Roma con i quali passeremo un paio di giorni in viaggio lungo la Mother Road.

Il Roy’s è sempre affascinante, con le sue vecchie stanze, dalle quali puoi fotografare, quasi di nascosto, la splendida insegna, e la sua posizione in mezzo al nulla, come una splendida oasi nel sederto.

È difficile immaginarlo ai suoi tempi d’oro, quando dava lavoro ad una settantina di persone ed era aperto 24 ore al giorno tutti i giorni.

“Sembrava che il mondo intero passasse da Amboy” raccontava Buster Burris, lo storico proprietario del Roy’s, ma ben presto l’amara realtà si appalesò, quando “qualcuno sembrava avesse chiuso un cancello sulla Route 66”.

Quel cancello si chiama I40.

E poi ancora Oatman, con la sua “Bloody 66” e la romantica ed inconsueta “Shaffer Spring Bowl”, una sorgente d’acqua in mezzo alle black mountains, che un tempo serviva per riempire i radiatori in ebollizione delle vecchie automobili ed oggi è un abbeveratoio per gli asini che popolano la zona.

Questa bellissima giornata si è conclusa con un’ottima cena al Rutherford Family Diner di Kingman.

Ora sono a El trovatore, ormai un classico dei miei viaggi lungo la Mother Road.

Domani mi aspetta un altro bel tratto di Route 66.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.