USA 2019. Deep South & Route 66. Tulsa – Cuba

Pubblicato: agosto 30, 2019 in Route 66

14 - Tulsa - Cuba


30 Agosto 2019. Route 66: “Tulsa – Cuba”

Cominciano a mancarmi le parole per descrivere cosa sia realmente la Route 66.
Credo di averlo scritto in ogni modo.
La Route 66 non è il diner, non è la gas station arrivata a noi dagli anni 30 e men che meno lo scudetto sull’asfalto.
La Route 66 è la sua gente.
Persone speciali che costantemente ti fanno sentire a casa tua.
Stamattina al Desert Hills di Tulsa, il motel dove avevo dormito, al check out la titolare mi ha chiesto conferma del numero della stanza dopodiché ha allungato verso di me le sue mani che tenevano un piccolo cuscino con sopra lo stemma del loro motel e la sua bellissima insegna al neon.
Resto senza parole per quel gesto cosi carino ed inaspettato.
La giornata meglio di così non poteva iniziare.
Ho passato un po’ di tempo a Tulsa stamattina, a fotografare le sue icone legate alla Mother Road, alcune ci arrivano da un tempo lontano, altre sono piuttosto recenti, come la splendida scultura in ferro a forma di scudetto della Route 66, inaugurata meno di un anno fa, o il muffler man “space cowboy” che ha solo qualche mese.
È buon segno che in città grandi come Tulsa si pensi alla vecchia highway.
L’immancabile tappa successiva è la Blue Whale di Catoosa della mia amica Linda.
Siamo in contatto su Facebook da tanti anni e ci siamo incontrati due anni fa.
Fu un incontro molto divertente.
Stamattina ero li alle 10, il cancello era aperto ma nel gift shop non c’era nessuno.
Dopo qualche minuto è arrivata Linda, mi ha visto e mentre apriva la porta del locale mi ha chiesto di dove fossi.
Non mi aveva riconosciuto.
A quel punto le ho detto sorridendo: “sono Franco non mi ricosci?”
Ha realizzato subito ed è venuta verso di me per abbracciarmi.
Abbiamo trascorso un bel po’ di tempo a chiacchierare di tutto: del passato e del futuro della Blue Whale, di lei, dei miei viaggi sulla 66 e dei personaggi improbabili che spesso capitano li.
Davvero una splendida mattinata.
Dopo i saluti ho proseguito verso est, sotto una pioggia intermittente.
Uno stop alla sempre bellissima Ribbon Road di Narcissa, al Cars on the Route di Galena, al Gay Parita di Paris Spring in Missouri hanno scandito la mia giornata.
Giornata conclusasi con una visita a vecchi cimeli di questo tratto della Route 66: lo Stonydell Resort, il pozzo artesiano che con la sua freddissima acqua ne alimentava la  piscina ed il John’s Modern Cabins.
Ed ora sono qui nello splendido Wagon Wheel Motel di Cuba, in attesa che spiova per scattare, ancora una volta, centinaia di foto alla struttura illuminata da bellissimi neon.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.