Route 66. Il Rock Cafè (Stroud, Oklahoma)

Pubblicato: dicembre 1, 2015 in Route 66

DSC_4887

La US Highway 66 ha avuto un ruolo molto importante nello sviluppo di aree dalla natura tipicamente rurale come l’Oklahoma.
E questo in fondo era lo scopo di Cyrus Avery, il padre della Mother Road, colui che ha voluto fortemente che un’autostrada importante attraversasse il suo paese “adottivo”, l’Oklahoma appunto, e lo collegasse a due grandi città come Chicago e Los Angeles.
La US highway 66 racconta un’America semplice, così lontana dalle Corporations che avrebbero poi fagocitato tutto.
Fin dalla sua nascita molte attività, tipicamente a conduzione familiare, sorsero lungo il suo percorso: ristoranti, stazioni di servizio, motel.
Una di queste attività, un ristorante, fu costruito negli anni 30 del secolo scorso a Stroud (Oklahoma).
La leggenda narra che furono spesi 100 dollari per il terreno e 5 dollari per l’acquisto dei massi di pietra (utilizzati per la realizzazione del locale), avanzati da un’altra costruzione appena finita lungo la US 66.
La mano d’opera utilizzata per la costruzione era costituita da studenti in cerca di piccoli guadagni.
Il locale diventò noto come “Rock Cafè”, nome derivato ovviamente dalla natura della materia prima con cui fu costruito.
Il Rock cafè, come molti locali lungo la US 66, conobbe momenti luminosi, negli anni d’oro della Strada Madre, ed un inevitabile declino dopo lo smantellamento della gloriosa highway.
All’inizio degli anni 90 fu acquistato da Dawn Welch, una ragazza dell’Oklahoma che aveva trascorso diversi anni della propria vita lavorando a bordo delle navi da crociera.
Dopo aver navigato intorno al mondo, Dawn tornò sulla terra ferma, decisa ad intraprendere un’attività che le potesse permettere di seguire la sua più grande passione: la cucina.
Restò affascinata dalla piccola Stroud, dal Rock Cafè e dalla sua posizione lungo la strada più importante d’America; acquistò quindi il locale e lo ristrutturò con l’obiettivo di riportarlo ai fasti di un tempo.
Non è stato sempre semplice il cammino di Dawn e del suo Rock Cafè, fu anzi decisamente tormentato, ad immagine e somiglianza della strada su cui è costruito.
Ma come quella strada si è dimostrato immortale.
Nel 1999 il Rock Cafè fu seriamente danneggiato da un tornado che rase al suolo praticamente l’intera comunità di Stroud.
Grazie anche ad un finanziamento federale, ottenuto dopo il riconoscimento del Rock Cafè come luogo storico di interesse nazionale, il locale fu ristrutturato e, nonostante l’economia locale fosse seriamente provata dal tornado, il Rock Cafè riprese lentamente la sua attività.
Agli inizi degli anni 2000, in previsione di un film di animazione ambientato sulla Route 66, il personale della Pixar intraprese un viaggio lungo la vecchia autostrada, cercando spunti attraverso il colloquio con la gente e visitando i luoghi che hanno reso leggendaria la Strada Madre.
Una tappa a Stroud, presso il Rock Cafè, era d’obbligo.
Il regista del futuro “Cars”, nonché direttore creativo della Pixar, restò impressionato dal colloquio con Dawn, dal racconto della sua vita, dalla forte personalità di quella donna, dalla sua decisione, dalla sua concretezza, qualità che l’hanno portata a superare momenti di seria difficoltà.
Una personalità forte, scintillante, decisa, come una macchina sportiva.
Sally Carrera, la Porsche di “Cars”, si rifà a lei, è una sorta di omaggio che il mondo dei cartoni ha fatto a Dawn.
Una donna della Route 66.
Ma il destino qualche anno dopo ha ancora una volta messo a dura prova la forza di Dawn e del suo locale.
Nel 2008 un incendio distrusse completamente il Rock Cafè, del quale rimasero solo le mura perimetrali e nulla più.
Con la forza e la determinazione di sempre, Dawn riuscì, grazie anche ad un famoso restauratore americano, a ricostruire il suo Rock Cafè esattamente come è sempre stato, come la gente della US 66 lo ha conosciuto.
Un anno dopo la nuova riapertura del locale, Dawn Welch fu nominata “Donna dell’anno” nello stato dell’Oklahoma, un riconoscimento meritato per una donna che non si è mai arresa.
Ha scritto libri di cucina ed ha partecipato a show culinari in tv, una donna di successo che ha lottato contro molte avversità per ottenerlo.
Dawn Welch è diventata una delle voci più influenti della Route 66 ed il suo Rock Cafè è in assoluto uno dei locali storici più affascinanti della Mother Road.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...